Gonzalo Teijeiro

Project manager, Direttore, Produttore e Percussionista.
Laureato in “Tempo libero e Ricreazione”
Ser y hacer musica.

Gonzalo Teijeiro nasce in Buenos Aires, Argentina nel 1982. Figlio di Guillermo (argentino) e Nacha (uruguaiana) la sua cultura appartiene al “Río de la Plata”. La murga, il candombe, la cumbia e altri generi tipici sono quello che si ascolta ogni giorno e si vede in ogni carnevale. Autodidatta per la musica, suonatore di bicchieri, bottiglie, tavoli e tutto quello che trovava, a 15 anni comincia a fare murga e impara a suonare il “bombo con platillo” (strumento centrale nella murga argentina) A 17 anni inizia con la batteria di murga uruguaiana, genere con cui partecipa in diversi situazione artistiche tra concerti, registrazione di CD e DVD, spettacoli teatrali, ecc. A 21 anni è laureato in “Recreación y Tiempo Libre” come specialista in processi gruppali attraverso il gioco. E comincia a sviluppare diversi laboratori che mettono insieme le due pilastri: “il gioco e la musica” A 23 anni (2007) conosce “La bomba de tiempo” gruppo creato da Santiago Vazquez e comincia a incorporare il “Ritmo con Segni” al suo bagaglio personale. Trovando in questo metodo d’improvvisazione un bilancio che permette alle persone arrivare alla musica attraverso il gioco. Nel 2013 un laboratorio di cumbia con Matias Jalill (creatore della “Orkesta Popular San Bomba”) dove nace “La Chalupa” gruppo che continua suonando nella scena argentina.Nell 2015 inizia a suonare con “Iluminados” gruppo di cumbia con cui suona più di 30 concerti all`anno. Per 11 anni (2006 al 2017) ha sviluppato diversi progetti e programmi educativi, artistiche e culturali nel “Ministero de Educación de la Nación” tra cui “Coros y Orquestas Infantiles y Juveniles para el Bicentenario”, “Programa Nacional de Educación, Arte y Cultura”, “Programa Nacional de Turismo Educativo” e “Tecnópolis” A 36 anni se trasferisce a Roma dove partecipa in diversi gruppi come musicista (“Los3saltos”, “Quilombo” e “Ma Cumbia”) e, insieme a Antonio Merola e Francisco Fernández, crea il gruppo “Play The Ritmo” un spazio che riunisce a diversi musicisti della scena italiana intorno all’improvvisazione attraverso il “Ritmo con Segni”. A marzo 2019 crea “Orchestra Improvvisata” un centro de ricerca che utilliza il Ritmo con Segni come motore per creare arte.